ottobre, 2010

Cromoterapia: l’influenza dei colori sul nostro umore

Pubblicato il 09 ott 2010 alle 5:09pm

La cromoterapia è la disciplina secondo la quale ogni organo del nostro corpo è legato ad un colore preciso, che è a sua volta è collegato ai chackra (i centri di energia legati all’equilibrio fisico e mentale). (continua…)

Bambini: l’importanza del gioco di gruppo

Pubblicato il 09 ott 2010 alle 12:00pm

Era bello ritrovarsi a giocare tutti insieme in famiglia e con amici, oggi, invece, i nuovi giochi tendono a isolare il bambino. (continua…)

I rimedi della nonna per il mal di gola

Pubblicato il 09 ott 2010 alle 11:24am

In questo periodo autunnale si è a rischio di mal di gola e raffreddore. (continua…)

Il senso del percorso psicoterapico

Pubblicato il 09 ott 2010 alle 1:00am

Dal male ho ricavato molto bene. Il mantenere la calma, il non rimuovere nulla, il rimanere vigile e insieme l’accettazione della realtà – prendendo le cose come sono e non come avrei voluto che fossero. (continua…)

I nostri capelli

Pubblicato il 09 ott 2010 alle 1:00am

Il tempo e le aggressioni esterne, danneggiano e indeboliscono il capello. (continua…)

Tutto ciò che c’e da sapere sulle protesi mammarie

Pubblicato il 09 ott 2010 alle 1:00am

Da diversi decenni esistono impianti mammari (protesi mammarie ) per la ricostruzione e l’aumento del volume del seno. (continua…)

Roma Film Festival 2010: tra Facebook e la Dolce Vita

Pubblicato il 08 ott 2010 alle 5:45pm

Ricco e giovanile: così si presenta quest’anno il programma del Festival Internazionale del Film di Roma, che si terrà dal 28 ottobre al 5 novembre presso l’Auditorium Parco della Musica.

La rassegna cinematografica, giunta alla sua quinta edizione, vedrà, infatti, la proiezione di ben 146 opere tra documentari e lungometraggi, nonché numerosi omaggi e commemorazioni: dal 140° anniversario di Roma Capitale, che verrà ricordato con dei brevi montati prima di ogni film, ai 50 anni della “Dolce Vita” di Federico Fellini, la cui celebrazione toccherà l’apice nella proiezione, in anteprima mondiale, della versione restaurata, realizzata dalla Cineteca Nazionale; dal centenario della nascita di Akira Kurosawa, che sarà commemorato con la proiezione di uno dei suoi capolavori, “Rashomon” (restaurato in digitale), al conferimento del Marc’Aurelio alla Memoria alla sceneggiatrice Suso Cecchi D’Amico, scomparsa il 31 luglio scorso.

Il 27 ottobre, poi, ricorrerà anche il ventennale della morte di Ugo Tognazzi, che sarà ricordato durante il festival non solo con pillole delle sue migliori interpretazioni prima di ogni proiezione, ma anche con il documentario “Ritratto di mio padre”, realizzato dalla figlia Maria Sole.

Per il resto, come dichiarato dallo stesso direttore artistico, Piera Detassis, «il festival ringiovanisce, con molti autori classe 1964, con una madrina come Valeria Solarino e con l’Acting Award a Julianne Moore, che porta “The Kids Are All Right”, di Lisa Cholodenko.».

Insieme all’attrice statunitense, sul red carpet, ci saranno Keira Knightley, Sam Worthington, Eva Mendes, Fanny Ardant, Aaron Eckhart, Valeria Golino, Toni Servillo, Alessandro Gassman, Paola Cortellesi, Claudio Santamaria, Andrea Camilleri, mentre si sta lavorando ad un collegamento in diretta con il regista Martin Scorsese, per la presentazione in anteprima del pilot della serie televisiva “Boardwalk Empire”.

Per quanto riguarda i 16 film in concorso, che verranno valutati da una giuria presieduta da Sergio Castellitto, solo quattro sono le pellicole italiane: “Una vita tranquilla”, di Claudio Cupellino, “Io sono con te”, di Guido Chiesa, “La scuola è finita”, di Valerio Jalongo, “Gangor”, di Italo Spinelli. Molto più consistente è la presenza americana, con ben sette film nella selezione ufficiale e sei in quella Extra: tra i candidati al Marc’Aurelio, in particolare, ci sono la pellicola d’apertura “Last Night”, di Massy Tadjedin (con Keira Knightley, Eva Mendes e Sam Worthington) e “Rabbit Hole”, di John Cameron Mitchell (con Aaron Eckhart e Nicole Kidman, protagonista e produttrice).

Tra i film fuori concorso, invece, uno dei più attesi è “The Social Network”, di David Fincher (nelle sale italiane dal 12 novembre prossimo), ma ci saranno anche “Bhutto”, di Johnny O’Hara e Duane Baughman, incentrato sulla vita dell’ex primo ministro pakistano, la versione cinematografica di “Carlos”, di Olivier Assayas, “Chimères absentes”, di Fanny Ardant.

Nella sezione Alice nella città, che apre con “Winx Club 3D”, una delle pellicole più attese è il documentario sul sistema scolastico americano “Waiting for Superman”, del premio Oscar Davis Guggenheim, mentre tra i documentari in concorso nella sezione Extra ci saranno “Yoyochu in the Land of the Rising Sex”, biopic sul patriarca del cinema per adulti giapponese, “The Promise: The Making of Darkness on the Edge of Town” e “Ce n’est qu’un debut”.

Infine, per festeggiare degnamente Halloween, per il 31 ottobre è prevista la proiezione in anteprima di venti minuti di “Dylan Dog: Dead of Night”, l’attesissimo film di Kevin Munroe che, per la prima volta, porterà sul grande schermo il celebre investigatore del sovrannaturale creato da Tiziano Sclavi.

di Chiara Gazzini

Nelle radio il nuovo singolo di Malika Ayane. L’album esce il 26 ottobre

Pubblicato il 08 ott 2010 alle 11:00am

Il nuovo singolo di Malika Ayane, primo di ‘Grovigli Special Tour Edition’, si intitola ‘Thoughts and clouds’.

L’album esce il 26 ottobre e arriva alla fine di un lungo tour estivo di successo che ha fatto registrare ovunque il tutto esaurito.

Il videoclip del nuovo brano, è diretto da Federico Brugia, nasce grazie ad un’idea della stessa cantante ed è stato girato lo scorso settembre durante i tre concerti tenuti in Sicilia, come del resto la composizione di un unico album fotografico on the road, in cui appaiono le bellissime immagini della vita in tour di Malika, della sua band e del suo staff.

Malika partirà il prossimo novembre, con il tour invernale.

L’alcol in gravidanza

Pubblicato il 08 ott 2010 alle 9:36am

Le donne in gravidanza possono bere un bicchiere di buon vino senza correre rischi nel provocare danni al nascituro.

Ebbene, secondo una ricerca i cui dati sono stati pubblicati sul Journal of Epidemiology and Community Health, rivista internazionale che si occupa di salute pubblica, assumere quantità moderate di alcol in gravidanza non sarebbe pericoloso per il feto.

Secondo i ricercatori inglesi, uno o due bicchieri la settimana non creano il rischio di ritardo cognitivo per il bambino che nascerà.

Durante lo studio, gli scienziati hanno messo a confronto bambini di 5 anni, alcuni nati da madri che durante la gravidanza hanno assunto piccole quantità di alcol con altre che invece hanno abolito l’alcol dalla dieta.

Dai risultati ottenuti, è emerso che i bimbi nati dalle mamme che avevano bevuto poco non hanno riportato nessun danno, anzi, hanno raggiunto risultati più alti nei test cognitivi.

Fecondazione assistita: Legge 40. Ecco le novità

Pubblicato il 08 ott 2010 alle 8:51am

La Legge 40 regola la procreazione assistita. Varata nel 2004 poi sottoposta a referendum nel 2005, fu normata con le linee guida per opera dell’allora ministro della Sanita’ Livia Turco.

Ebbene ora è stata modificata dietro sentenza della Corte Costituzionale. Proponiamo le sostanziali modifiche:

1. e’ permessa la diagnosi prima dell’impianto, mentre prima era vietata la diagnosi preimpianto non di tipo osservazionale sull’embrione da impiantare in utero. 2. c’è la possibilita’ di ricorrere a tecniche di procreazione assistita anche per coppie in cui l’uomo sia portatore di malattie.

Ma non è tutto. E’ stata sancita l’autonomia decisionale del medico sulla valutazione del numero di embrioni da impiantare che quindi non e’ piu’ circoscritto a tre.

Esiste poi, la possibilita’ di congelare gli embrioni prodotti ma non utilizzati per scelta medica.

Grazie a queste modifiche, la legge permette di accedere alla procreazione assistita in presenza di sterilita’ della coppia, quando questa sia composta da persone adulte, di sesso diverso, viventi ed in eta’ fertile.

Non e’ ammessa, invece, la tecnica eterologa con impiego di seme di persona estranea alla coppia.

Vietate, inoltre, le sperimentazioni sugli embrioni a meno che siano finalizzate alla sua tutela. Proebita anche qualsiasi manipoolazione che alteri il patrimonio genetico dell’embrione.

Riconosciuta anche l’obiezione di coscienza da parte del personale sanitario che lo deve dichiarare.