Le stringate: come si indossano?

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 03 feb 2012 alle ore 7:37am


Di gran moda quest’anno, pezzo immancabile del guardaroba classico, perfette per l’ufficio. Sono le francesine, le scarpe stringate che ricordano molto la versione maschile, da vero dandy, se non fosse per il tacco alto. Slanciano la figura, tengono stabile il piede. Comode, sexy, eleganti, ideali dall’autunno alla primavera compresa.

Un must-have per il guardaroba urbano. Tacco alto e lacci sono gli elementi fondamentali. Per il resto, le varianti sono tantissime. Lacci classici o nastrini, in vernice, in suede o in nappa, stampate, trapuntate, traforate o lisce, con plateau o senza, per le più audaci, in versione”pump” con plateau più spesso e ricoperto.

Come e con cosa si abbinano le stringate?

Se non volete sembrare la signorina Rottenmeier di Heidi, evitate di compiere alcuni errori di abbinamento. Non indossatele con abiti scuri e lunghi e con minigonne fascianti, evitatele se avete le caviglie grosse. Classy style: perfette con il tailleur, con i pantaloni con la piega, di taglio maschile, cappottini tomboy. British & country: con pantaloni stretch da cavallerizza, stampe plaid o tweed, blazer doppio petto, pull oversize, maglioni a lavorazione tricot. Vintage anni ’60: con dolcevita e pantaloni Capri svasati, minigonne trapezoidali, basco e grosse sciarpe di lana, calzettoni a coste, leggins o collant spessi e lavorati. Se avete ancora dei dubbi, vi assicuro che una volta provate, non potrete più fare a meno della versatilità delle francesine.

In foto: alcuni modelli di Giancarlo Paoli, in suede e vernice
(Giancarlopaoli.com)

di Paola Pegolo

Lascia un commento