Celiaci, Aic rassicura i fedeli: “Le ostie usate in chiesa sono sicure”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 12 Lug 2017 alle ore 8:50am


L’Associazione Italiana Celiachia (Aic) rassicura i fedeli sia per le ostie “senza glutine” (con contenuto massimo pari a 20 mg/kg) sia per quelle con “glutine molto basso” (con un massimo di 100 mg/Kg).

La dichiarazione arriva dopo la missiva di qualche giorno fa inviata ai vescovi di tutto il mondo da parte del Prefetto della Congregazione per il Culto Divino Robert Salah in materia di Eucarestia.

Nella lettera, il Prefetto Salah invita tutti i prelati a vigilare sulla qualità di pane e vino per la messa, per il futuro con utilizzo di certificazioni uniche, ribadendo l’impossibilità di utilizzare ostie completamente prive di glutine.

Il presidente Aic, Giuseppe Di Fabio, conferma da parte sua che non ci sono novità rispetto a precedenti pronunciamenti da parte della Santa Sede. Tuttavia l’Aic ha chiesto al Vaticano maggior attenzione per coloro che si avvicinano alla prima comunione: in queste occasioni, dice l’ente, sarebbe opportuno somministrare a tutti i fedeli ostie per celiaci così da non far sentire trattati diversamente bambini e ragazzi.

Recentemente è stata inviata al Santo Padre anche una lettera da parte della Federazione delle Associazioni Celiachia Europee (Aoecs). “Chiediamo” aggiunge Di Fabio “che in ogni luogo della terra sia possibile, per il fedele celiaco, accostarsi in sicurezza al Sacramento Eucaristico”.