Immigrazione: il 46% degli italiani ha paura, non si sente al sicuro

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 14 Set 2017 alle ore 8:35am

Cresce la paura in Italia, e quasi un italiano su due collega il problema della sicurezza all’immigrazione.

E’ il risultato questo che emerge da un’indagine condotta dall’Osservatorio Europeo sulla Sicurezza, realizzato scientificamente da Demos insieme alla fondazione Unipolis e l’Osservatorio di Pavia.

Ebbene, dai dati raccolti la percezione di insicurezza causata dagli immigrati negli italiani avrebbe raggiunto il livello più alto negli ultimi dieci anni: il 46% dei nostri concittadini sostiene che “gli immigrati siano un pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza delle persone”.

Nel 2007, il livello di percezione era del 51%, mentre nel 1999 toccò quota 46%, come oggi. Ma il dato più significativo si registra negli ultimi mesi, visto che nel febbraio scorso il livello era fisso al 40%, ben sei punti percentuali in meno.

Ad aver inciso senza ombra di dubbio, i numeri sconvolgenti degli sbarchi di questa estate, senza contare fatti di cronaca che parlano di diversi casi di stupro.

Numeri che con buona probabilità anche allo studio del governo, che ha deciso di rimandare l’approvazione della legge sullo Ius Soli a data da destinarsi.