Campania

Epatite A, in Campania impennata di ricoveri

Pubblicato il 19 Set 2017 alle 6:43am

Dopo anni l’infezione di Epatite A torna a mietere casi in Campania. Da gennaio a luglio di quest’anno sono centinaia i cittadini, provenienti soprattutto dalla provincia di Napoli e Caserta, che hanno avuto bisogno di essere ricoverati al Cotugno di Napoli per aver contratto il virus.

Un’incidenza – rivelano gli specialisti del polo infettivologico campano – da 3 a 4 volte superiore a quella registrata nello stesso periodo del 2016.

Ma non è tutto: la recrudescenza epidemiologica riguarderebbe anche il temibile Tifo.

Infatti, dall’inizio del 2017 sono ben 5 i casi di grave infezione intestinale e sistemica dovuti alla Salmonella a fronte di nessun caso rilevato nel 2016 e con poche, singole, eccezioni negli anni precedenti.

Infezioni che a dire degli esperti si potrebbero evitare, con alcuni, semplici e banali accorgimenti; come lavarsi spesso le mani in particolare dopo aver utilizzato il bagno, rinunciando al consumo di frutti di mare crudi o poco cotti, come cozze e vongole.

Campania, seconda regione di Italia più visitata per siti archeologici e musei. In testa Pompei

Pubblicato il 17 Lug 2017 alle 9:29am

La Campania con i suoi musei e i suoi siti archeologici si conferma la seconda regione, dopo il Lazio, per numero di visitatori. (altro…)

Allerta Vulcano Campi Flegrei, sempre più segnali di irrequietezza

Pubblicato il 16 Mag 2017 alle 11:42am

Nuova allerta per il super Vulcano dei Campi Flegrei. Grazie ad uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Nature Communications, condotto da University College London (Ucl) e dall’ Osservatorio Vesuviano dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) che si apre con un comunicato che recita: “La caldera dei Campi Flegrei è più vicina all’eruzione rispetto a quanto si pensi”.

L’Ingv precisa in una nota che “la ricerca ha una valenza essenzialmente scientifica, priva al momento di immediate implicazioni in merito agli aspetti di protezione civile”, ma rileva che il livello di allerta nei Campi Flegrei resta giallo, ossia di massima attenzione, come previsto da dicembre 2012 in poi.

”I segnali indicano che c’è una dinamica in atto, ma non sappiamo se questa ‘agitazione’ a lungo termine porterà ad un’eruzione”, ha detto all’ANSA il vulcanologo Stefano Carlino, dell’Osservatorio Vesuviano, coautore della ricerca con Giuseppe De Natale, sempre dell’Osservatorio Vesuviano, e Christopher Kilburn, dell’Ucl.

Il monito di Kilburn è però chiaro: “Le autorità devono essere preparate a un’eventuale eruzione”.

“Non sappiamo quale sia la soglia di criticità dell’energia accumulata”, aggiunge Carlino. Tuttavia il modello indica che se la situazione evolverà verso un’eruzione ”questa potrebbe essere simile a quella del 1538, che è stata piccola rispetto a quelle catastrofiche che hanno generato la caldera dei Campi Flegrei”.

Nella sua storia la caldera dei Campi Flegrei ha prodotto eruzioni ciclopiche. L’attuale depressione risulta essersi formata a causa di due violente eruzioni, avvenute la prima 40 mila anni fa (la cosiddetta Ignimbrite Campana) e la seconda 15 mila anni fa (il Tufo Giallo Napoletano). L’ultima eruzione degna di nota, dopo un periodo di quiescenza, è del 1538. In quella occasione si formò il Monte Nuovo: il più giovane vulcano d’Europa, sul lago Lucrino.

Dal 1950 si sono registrate oltre 20mila scosse che hanno prodotto oltre 4 metri di sollevamento nel porto di Pozzuoli.

Nuovo caso di meningite in Campania, vittima un bimbo di 4 anni

Pubblicato il 19 Gen 2017 alle 7:28am

Ancora riservata la prognosi del bambino di 4 anni che è stato trasferito dall’ospedale Civile di Caserta al Cotugno di Napoli, colpito da meningite di tipo C. (altro…)

Presepe vivente di Faicchio, oltre 300 figuranti. Il 26 e il 27 Dicembre e il 2 e 3 Gennaio 2017

Pubblicato il 18 Dic 2016 alle 9:14am

Il “Presepe vivente Faicchio” giunge quest’anno alla sua 22a Edizione. Le date di apertura al pubblico sono 26 e 27 dicembre 2016 e 2 e 3 Gennaio 2017, dalle ore 18.30 alle ore 22. (altro…)

Campania, De Luca un piano straordinario per occupare 200mila giovani nella pubblica amministrazione, ecco come

Pubblicato il 13 Nov 2016 alle 10:30am

Il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca propone un piano straordinario per occupare duecentomila giovani nella Pubblica amministrazione. (altro…)

Apre al pubblico la bellissima Reggia di Carditello, dopo un lungo restauro

Pubblicato il 31 Ott 2016 alle 5:30am

Nuova vita per la Reggia di Carditello, il gioiello architettonico risalente ai tempi dei Borbone per troppi anni tenuto nascosto e oggetto di abbandono e degrado. (altro…)

Terremoto, la terra trema ancora al Centro Italia, magnitudo 6.1.

Pubblicato il 30 Ott 2016 alle 8:28am

Una violentissima scossa di terremoto di magnitudo 6.1 ha fatto tremare, dopo le passate scorse della notte scorsa, la terra ancora in centro Italia alle ore 7:40 di questa mattina, domenica 30 ottobre. (altro…)

Rifiuti, 27 milioni di danni per omessa bonifica in Campania. Richiesta di risarcimento danni a Caldoro e Bassolino

Pubblicato il 29 Giu 2016 alle 10:46am

La Guardia di finanza ha notificato richieste di risarcimento danni per la mancata bonifica a discariche della Campania, che per tale inerzia costò all’Italia una multa della Corte di giustizia europea per 27 milioni di euro.

Nel mirino sindaci e funzionari della Regione. Tra i destinatari per per danno erariale anche Antonio Bassolino e Stefano Caldoro, i due ex governatori della Regione Campania.

L’inchiesta del sostituto procuratore della Corte dei conti, Donato Luciano, ritiene di aver individuato i diretti responsabili del riassetto delle discariche.

Circa 200 i siti di sversamento finiti nel mirino della commissione europea, dislocati in 18 regioni italiane: ben 48 si trovano in Campania.

Secondo la Guardia di Finanza e la Corte dei Conti i vertici degli enti competenti regionali campani non avrebbero adottato le misure necessarie malgrado la legge fosse stata esplicita sull’attribuzione delle competenze e benché i progetti di bonifica fossero stati ampiamente finanziati dalla Regione Campania nel giugno del 2013, attingendo dalle risorse del POR Campania 2007/2013.

Matteo Renzi : “Entro 3 anni nessuna ecoballa in Campania”

Pubblicato il 12 Giu 2016 alle 8:33am

Il premier Renzi si è recato ieri in Campania a Marcianise (Ce) con il governatore De Luca per accertarsi personalmente sul prosieguo dei lavori di rimozione delle ecoballe. (altro…)