ottobre 6th, 2010

Michelle Hunziker desidera un altro figlio o un nipotino

Pubblicato il 06 Ott 2010 alle 4:07pm

Michelle Hunziker parte tra un pò con il suo nuovo tour teatrale, ‘Mi scappa da ridere‘ ed è previsto anche un ritorno a Striscia la Notizia. (altro…)

Vasari nasconde Leonardo?

Pubblicato il 06 Ott 2010 alle 10:34am

Le ricerche di uno degli affreschi perduti di Leonardo da Vinci, la “Battaglia di Anghiari”, dovrebbero entrare nel vivo entro i primi mesi del 2011: è quanto emerso durante la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria fiorentina al professor Carlo Pedretti, uno dei massimi studiosi di da Vinci. (altro…)

Contraccezione: cosa c’e da sapere sull’impianto ormonale sottocutaneo

Pubblicato il 06 Ott 2010 alle 1:02am

L’impianto ormonale sottocutaneo è una barretta sottile e flessibile lunga circa 4 cm e con un diametro di 2 mm, che viene inserita nel lato interno del braccio della paziente (sul braccio sinistro se è lateralizzata a destra, sul braccio destro se è mancina).

E’ attivo dopo 24 ore e per una durata media di 3 anni. Questo impianto è capace di rilasciare nell’organismo un ormone contraccettivo (l’etonogestrel) che blocca l’ovulazione.

Ebbene, questo metodo contraccettivo secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha un’efficacia del 99,9%.

E’, pertanto, inefficace solo se impiantato in modo scorretto. L’impianto viene sistemato in modo rapido bastano appena due minuti e si ritira mediante un’incisione effettuata in anestesia locale.

Conosciamo allora i pro e i contro di questa pratica contraccettiva:

Vantaggi: – Efficacia contraccettiva molto alta, che si avvicina al 100%. – Effetto contraccettivo della durata di tre anni (non bisogna ricordarsi di prendere la pillola tutti i giorni). – La contraccezione è attiva nelle 24 ore che successive alla posa dell’impianto. – Dopo il ritiro dell’impianto, il ripristino della fertilità è rapido. I valori ormonali tornano normali in meno di una settimana. – Nel 99,7% dei casi non vi sono complicazioni.

Svantaggi: – Pochi i medici capaci di procedere alla posa e al ritiro dell’impianto sottocutaneo. – Una volta che l’impianto ormonale è stato ritirato, sul braccio resta una piccola cicatrice. – Alcuni (rari) effetti collaterali come: alterazione del ciclo mestruale, mestruazioni più durature, aumento di peso, acne, cefalea, nausee, dolore al seno… – Contro-indicazioni: tromboembolie venose, infezioni epatiche, emorragie genitali non diagnosticate, tumori estrogeno-dipendenti, ipersensibilità verso il principio attivo o uno dei suo componenti.

Quando è indicato questo metodo anticoncezionale? – controindicazioni alla pillola o alla spirale. – tabagismo. – fallimento di altri metodi anticoncezionali. – condizioni che impediscono l’uso della pillola.

Esperti in estetica: conosciamo Emanuela Cingolani

Pubblicato il 06 Ott 2010 alle 1:00am

Emanuela Cingolani, è la nostra consulente di estetica e benessere. E’ con noi per darci consigli, rispondere alle nostre curiosità, trattare argomenti che interassano noi donne e che ci aiutano a farci sentire più belle, curate e sensuali. Conosciamola allora da vicino. (altro…)

Fitoterapia: Artiglio del diavolo. Conosciamo le sue proprietà

Pubblicato il 06 Ott 2010 alle 1:00am

Artiglio del diavolo (Harpagophytum procumbens) è una pianta selvatica che cresce nel deserto del Kalahari in Sud Africa. I suoi fiori producono un frutto agganciato, da qui il nome di “artiglio del diavolo”.

Le radici della pianta, contengono molto glucoiridoides un anti-infiammatorio ed analgesico. Artiglio del diavolo è ottimo nella cura di infiammazioni reumatiche (artrite reumatoide, osteoartrosi, borsiti, fibromialgia, fibrosite, gomito del tennista, lesioni).

Il suo impiego permette una riduzione delle dosi di corticosteroidi e FANS. E’ usato nel trattamento di artrite, gotta, reumatismi.

Diverse ricerche condotte su persone affette da osteoartrite hanno dimostrato la sua efficacia nella sintomatologia dolorosa, della mobilità e un miglioramento significativo della flessibilità delle articolazioni, senza causare effetti adaversos, in particolare sullo stomaco.

Agisce, inoltre, sul fegato eliminando le tossine (distonie del sistema epatobiliare, colecistite).

E’ indicato ancora per: anoressia, dispepsia hiposecretoras, diverticolosi duodenale, spasmi gastrointestinali, ipercolesterolemia, gotta, nevralgie, prostatiti, adenoma prostatico, annessiti.

L’Artiglio del diavolo è da evitare in gravidanza, può inoltre causare un lieve effetto lassativo, o l’assunzione di dosi eccessive può causare problemi al fegato.

Essendo una pianta medicinale, può essere assunto in tintura o di estratto fluido, tenendo comunque sempre presente il contenuto di alcol.