Americana partorisce un bambino di un embrione non suo, congelato 20 anni prima

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 11 Ott 2010 alle ore 12:37pm


Nasce un bambino di un embrione congelato per 20 anni prima.

Alla fine del 2009 l’embrione lasciato nel frigorifero da una coppia, è stato impiantato nell’utero di una donna americana, che a maggio ha partorito un bel bambino.

Il bebè è venuto dal freddo ma è sano. Si tratta di un evento che è finito sul Fertility and Sterility Journal per la sua rarità.

La donna che ha dato alla luce questo bambino ha 42 anni e ha dovuto aspettare dieci anni prima di diventare mamma.

Nel 2000, si era rivolta al Jones Institutes for Reproductive Medicine, in Virginia.

Il medico che la segue ha così spiegato: «Si è sottoposta a vari interventi di fecondazione assistita, ma non è stata fortunata. Però ha voluto continuare».

Infatti ha avuto ragione lei. L’anno scorso ha adottato un embrione donato 20 anni fa da una coppia che era già riuscita, con altri embrioni, ad avere un figlio.

Dei cinque embrioni solo due sono sopravvissuti. Dopo l’impianto nell’utero uno solo ha attecchito e ha portato alla gravidanza.