Il pellet: il combustibile più moderno e prezioso per il nostro inverno

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 15 Ott 2010 alle ore 1:07pm


Il pellet è un combustibile naturale, un derivato della segatura, ricavato dal legno non trattato.

Esso viene fatto essiccare e poi compresso a forma di piccoli cilindri, lunghi meno di un cm.

Rientra tra i prodotti ecologici, il cui rendimento è molto alto e quindi interessante, poiché è legato alla componente in lignina contenuta in esso.

La sua compattezza esclude il bisogno di utilizzare sostanze chimiche o di sintesi. Ebbene, l’energia ricavata è pari a 4.700 kwh/t, molto però dipende da come è stato essiccato il prodotto e dalla compattazione eseguita.

La combustione del pellet genera Co2 e ossidi di azoto e zolfo, in un quantità sicuramente inferiore rispetto ad altri combustibili fossili, infatti le ceneri che si sviluppano arrivano al massimo all’1%.

Per quanto riguarda il costo, è arrivato a 4 o 5 euro. L’aumento è dovuto dalla crescita proporzionale alla domanda, ma anche alla poca offerta, dovuta ad un risparmio generale nel campo dell’edilizia, quindi si ricavano meno scarti di lavorazione da cui deriva appunto questo combustibile. Tutto sommato la spesa è contenuta, in confronto con altre fonti energetiche.

Il consumo italiano di pellet, è si aggira a un milione di tonnellate, di cui il 70% è nazionale e la restante parte proviene soprattutto dall’Austria.

Nel nostro Paese c’è un’attestazione di garanzia “Pellet Gold”, che certifica la qualità del pellet. I vari produttori sono riuniti in “Assopellet”.

Proviene da materiale di scarto e rappresenta un’ottima alternativa ad energie nuove estratte dal suolo, con un dispendio energetico molto alto.

Tra i vantaggi c’è il trasporto, infatti è venduto in sacchetti, che possono essere conservati in luoghi ben asciutti e ventilati.

Il pellet viene usato per stufe e camini. Le stufe a pellet, vengono collocate direttamente negli appartamenti cittadini, ma anche nelle seconde case, in campagna o in montagna. Richiedono pochi interventi di manutenzione e sono molto facili da usare, sono sicure e a basso impatto ambientale.

I camini a pellet sono molto facili da installare, efficienti, e possono essere combinati con l’utilizzo della legna. Attraverso una ventilazione forzata, hanno un’ottima resa e abbattimento delle emissioni di monossido di carbonio, inoltre sono inodore.

E’ fondamentale che il pellet, se destinato all’uso domestico, non contenga sostanze quali vernici, colle o impregnanti che, bruciando, possono generare fumi dannosi per la salute.