Il colpo di fulmine è un processo scentifico che parte dal cervello. L’amore a prima vista esiste.

Secondo lo studio condotto dalla Syracuse University (New York), il cervello impiega un quinto di secondo per provocare la sensazione dell’innamoramento.

Ebbene sì, i ricercatori sostengono che in questo caso si attivano 12 zone distinte nella materia grigia dell’uomo che stimolano la produzione di sostanze chimiche che combinate tra loro sono capaci di generare una forte sensazione di euforia.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista specializzata Journal of Sexual Medicine, e attesta che in meno di un secondo il cervello possa essere ‘invaso’ da sostanze euforizzanti come la dopamina, l’adrenalina e l’ormai celebre ossitocina.

Inoltre si è scoperto, che in concomitanza si verifichi anche un aumento nel sangue di Ngf (fattore di crescita nervoso), pertanto, l’innamoramento parte dal cervello, poi inizia il cuore a battere forte, l’input, infatti, è una reazione velocissima che scatta in testa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.