Le vitamine del gruppo B (acido folico) possono prevenire la depressione

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 02 Nov 2010 alle ore 9:55am

Secondo i ricercatori del Western Australian Centre for Health and Ageing con a capo il dottor Osvaldo Almeida, hanno condotto uno studio che fa emergere che l’assunzione regolare di vitamina B12, B6 e B9 (nota anche come acido folico) possa combattere i sintomi depressivi, soprattutto nelle vittime di un ictus.

Ebbene i risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Annals of Neurology e spiegano come studi precedenti avessero già suggerito un ruolo nella prevenzione della depressione da parte di alcune vitamine.

Grazie a questa ricerca, si è arrivati alla conclusione che i sopravvissuti a un ictus che hanno preso quotidianamente acido folico, vitamina B6 e B12 hanno avuto la metà delle probabilità di diventare depressi.

Il ricercatore Almeida, spiega «poiché la depressione è comune nei sopravvissuti da ictus – un paziente su tre ne è colpito».

Alte dosi di vitamina B possono provocare in alcuni casi problemi cardiovascolari: per questo gli studiosi sconsigliano l’assunzione di dosi eccessive senza il controllo da parte di uno specialista.

L’azione di queste vitamine sulla depressione sembra che sia legata ai livelli di omocisteina, un aminoacido che si ritiene sia presente in alte concentrazioni quando vi siano sintomi depressivi.

L’assunzione di vitamine del gruppo B può comportare, dunque, un’alterazione di questi livelli di omocisteina e abbassarli.

Saranno necessari ulteriori studi per confermare gli effetti positivi sulla depressione.