Raccolta del cordone ombelicale. La cultura della donazione deve iniziare dalla nascita

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 08 Nov 2010 alle ore 8:21am

A Palazzo San Filippo ad Ascoli Piceno, e stato promosso dall’Assessorato e Commissione Provinciale delle Pari Opportunità, in collaborazione con l’Avis regionale e provinciale un convegno “La raccolta del cordone ombelicale – La cultura della donazione inizia dalla nascita”.

Tra i presenti diverse classi dell’Istituto “Mazzocchi” (indirizzo biologico) di Ascoli Piceno.

Un evento che ha affrontato un tema molto sentito, infatti la sala del Consiglio Provinciale era gremita di medici, operatori del mondo sanitario, rappresentanti istituzionali ed esponenti della società civile e dell’istruzione.

Ad introdurre il convegno, curato dal Dipartimento Regionale Interaziendale di Medicina Trasfusionale, il Presidente della Provincia Piero Celani che, nel corso del suo intervento, ha sottolineato “l’impegno della Provincia a fianco del sistema sanitario e della ricerca scientifica per sostenere la campagna di sensibilizzazione della raccolta del sangue del cordone ombelicale preziosa e decisiva per la cura di gravi malattie genetiche”.

Poi è stata la volta del Vice Presidente della Provincia e Assessore alle Politiche Sociali Pasqualino Piunti colui che ha coordinato tutta l’iniziativa.

Ebbene, ha voluto ringraziare l’Avis e salutare il Prefetto di Ascoli dott. Pasquale Minunni, il Sindaco di Ascoli Guido Castelli, il vice Sindaco Giovanni Silvestri e l’Assessore alle Politiche Sociali Donatella Ferretti.

Piunti si è soffermato sull’“l’importanza della donazione e la necessità di dotare di sempre nuove attrezzature specifiche e metodiche particolari i vari centri ospedalieri del territorio”.

Mentre la neo presidente della Commissione provinciale delle Pari Opportunità, dott.ssa Maria Antonietta Lupi, ha parlato della necessità di accompagnare in un percorso di consiglio e di vicinanza le donne che si affacciano in un momento molto delicato della loro vita come quello della gravidanza, ad aumentare la consapevolezza della cultura della donazione.

Numerosi anche gli interventi di diversi relatori che, con i loro contributi e illustrazioni scientifiche, hanno spiegato e approfondito questa tematica fornendo ai presenti preziosi spunti di riflessione e di confronto.