La pillola anticoncezionale allunga la vita

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 16 Nov 2010 alle ore 10:24am


Durante il Congresso nazionale della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) in corso a Milano, (dove, si parla molto dell’uso della pillola contraccettiva al suo cinquantesimo anniversario) è emerso che questo farmaco è un vero alleato di salute per la donna ed ha un effetto protettivo che dura nel tempo: inoltre, nei prossimi anni è prevista l’introduzione di formulazioni con progestinici di quarta generazione o l’estrogeno naturale.

Ebbene, secondo il 73% dei ginecologi italiani, chi la assume ha stili di vita più salutari rispetto al fumo (89%), all’attività fisica (67%), al sovrappeso (56%) e alle malattie sessualmente trasmissibili (44%), inoltre, può migliorare anche la fertilità (71%).

Secondo Alessandra Graziottin, presidente del Congresso nazionale della SIGO, questi dati rappresentano una conferma di quanto era già stato evidenziato dai studi scientifici, che adesso hanno trovato un riscontro nella pratica clinica.

Una ricerca condotta su 46.000 donne seguite per 40 anni che hanno preso la pillola per molto tempo; ha evinto che esiste una minore mortalità complessiva e un miglioramento della salute grazie al contraccettivo orale.

Francesco Maria Primiero dell’Università la Sapienza di Roma, invece, sottolinea che, i dati sono più che buoni se si pensa che si riferiscono a donne che hanno fatto uso della pillola parecchi anni fa, quando le formulazioni erano più pensati e davano effetti collaterali consistenti come: sovrappeso e ritenzione idrica ma le nuove formulazioni a basso dosaggio ormonale e l’uso di ormoni come il drospirenone hanno reso possibile l’eliminazione di questi fastidiosi disturbi.

Il drospirenone, soprattutto nella formulazione 24+4, è leggero e ottimo per combattere gli sbalzi ormonali e i relativi disturbi, combatte, inoltre, la ritenzione idrica ed è capace di ridurre anche il peso corporeo.

La ginecologa della clinica universitaria dell’Ospedale S. Chiara di Pisa, Franca Fruzzetti, aggiunge che c’è una nuova pillola anticoncezionale, a base di estrogeno naturale, ovvero l’estradiolo, utile per tutte le donne in età fertile: le sue caratteristiche sono l’elevata sicurezza contraccettiva, l’alta tollerabilità e il ridottissimo impatto metabolico.

Se, invece, si vuole migliorare il ciclo, perchè troppo abbondante, sono indicate formulazioni a base di dienogest, ovvero un progestinico impiegato con successo per il suo potente effetto sull’endometrio.

Una buona contraccezione per il sistema riproduttivo, è data anche dall’uso del profilattico per proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibili che oggi sono anche la causa dell’infertilità.