Telefono azzurro: insegnanti siciliani di fronte all’abuso sui minori

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 21 Nov 2010 alle ore 9:23am


“Gli insegnanti di fronte all’abuso: analisi del livello di percezione e conoscenza dell’abuso sull’infanzia nelle scuole siciliane” questo è il titolo dell’indagine conoscitiva condotta da “Telefono Arcobaleno” e presentata ieri a Palermo.

Ebbene, dalla ricerca, che ha coinvolto un campione di 4500 docenti delle scuole materne, elementari e medie, si scopre che “solo il 35% degli insegnanti ha segnalato, nel corso della propria carriera scolastica, ai servizi sociali territoriali casi di sospetto abuso”.

Spesso queste situazioni sono state gestite all’interno della scuola senza alcun tipo di accertamento dell’abuso impedendo così un intervento efficace.

Ma non è tutto. Solo il 34,5% dei docenti ha dichiarato di essere a conoscenza della qualifica di pubblico ufficiale attribuito all’insegnante e dell’obbligo di segnalare i casi di sospettato abuso.

Marika La Rosa di Telefono Azzurro spiega “Ma quello che maggiormente turba è che circa il 12% dei docenti ritiene che il minore sia corresponsabile dell’abuso subito attraverso comportamenti seduttivi o abbigliamento succinto. Una convinzione estremamente pericolose che ridicolizza la problematica”.