La dieta perfetta è quella ricca di proteine

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 26 Nov 2010 alle ore 12:00am

Nove centri di ricerca europei hanno creato la “dieta perfetta”. Lo studio è stato condotto presso l’Università di Copenaghen, e i risultati ottenuti sono stati pubblicati sul New England Journal of Medicine.

Ebbene i ricercatori hanno studiato un campione di oltre 700 famiglie europee, ed hanno evinto che giungere a un regime alimentare consente non solo di mangiare in maniera corretta, ma anche di togliersi qualche sfizio.

Secondo gli esperti, la dieta ideale deve basarsi sull’apporto delle proteine, provenienti tuttavia da carni magre e derivati del latte con scarse percentuali di grassi, uova, legumi e pesce.

Non deve mancare, tra l’altro, una buona quantità di verdura e di frutta con qualche eccezione per alcuni frutti particolarmente calorici, come banane, uva e kiwi senza dimezzare i carboidrati, privileggiando quelli derivanti da farine integrali, meno soggetti a processi di raffinazione.

Questa sarebbe la dieta adatta a tutti, che permette di mangiare senza pesare gli alimenti, regolandosi semplicemente in base alla sazietà, ed in questo svolgerebbero un ruolo importante le proteine rispetto a carboidrati e grassi.

La dieta è stata chiamata Progetto Diogenes (e deriva dai termini inglesi Diet, Obesity e Genes), una ricerca del 2005 finanziata dall’Unione Europea.

Le verdure crude, devono essere preferite a quelle cotte, e la cottura al dente della pasta è migliore per la digestione. Va bene anche il riso che può essere tranquillamente mangiato anche nella varietà basmati.

I dolci, invece, sono considerati inutili dal punto di vista nutritivo e fanno male per il loro apporto calorico.

Per gli studiosi è fondamentale arrivare a un regime alimentare adeguato in maniera progressiva e non traumatica, per non modificare troppo i livelli di glucosio, che devono essere tenuti nella media anche dopo essersi messi a regime con la dieta.