Obesità: Sils, intervento mininvasivo che non lascia cicatrici

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 12 Dic 2010 alle ore 11:25am


Presso il Policlinico Gemelli di Roma dal 2008, viene adottata una innovativa terapia per combattere l’obesità patologica.

E’ un intervento mininvasivo conosciuto col nome di Single Incision Laparoscopic Surgery, oppure laparoscopia a singola incisione (SILS).

Sulla rivista “Obesity Surgery” il responsabile dell’ambulatorio di Chirurgia dell’Obesità del Policlinico Gemelli di Roma, il professor Roberto Tacchino, ha spiegato che l’intervento si basa nel tagliare la pelle poco sotto l’ombelico.

Il taglio è di circa 20 millimetri ma non lascia alcun segno, rispetto al vecchio metedo che richiedeva 8 tagli sparsi sull’addome.

Questo intervento SILS è già stato collaudato e da anni viene usato anche per altri problemi come ad esempio la colecistectomia.

Questa tecnica innovativa è molto vantaggiosa soprattutto perché l’intervento dura appena 2 ore, ma anche per la drastica riduzione del numero di tagli, e poi perchè riduce notevolmente i possibili rischi di copiose perdite di sangue e la formazione di ernie nei punti di accesso degli strumenti chirurgici, inoltre la SILS permette un recupero post-operatorio molto più veloce, infatti dopo circa due ore dal taglio, la pancia si sgonfia.