In commercio, è possibile trovare stufe alimentate con bioetanolo o alcool etilico denaturato che non hanno bisogno di canna fumaria.

Queste stufe sono state realizzate in svariati stili e dal punto di vista del design sono in grado di soddisfare qualsiasi esigenza e si adattano a qualsiasi tipo di arredamento.

Da un punto di vista funzionale creano l’atmosfera della tradizionale stufa a legna, ma la mancanza della canna fumaria evita dispersioni di calore verso l’esterno.

Questo tipo di stufa, non essendo collegata alla canna fumaria, ne all’impianto elettrico, idrico o del gas, può essere spostata da un posto all’altro, secondo le esigenze del momento.

Rispetto alle tradizionali stufe e camino a legna ha il vantaggio di non produrre fumo, cenere e polveri sottili.

E’ indicata per integrare il riscaldamento tradizionale sia autonomo che centralizzato, durante le ore di mancato funzionamento dell’impianto di riscaldamento centralizzato o quando pur disponendo dell’impianto autonomo ci si trova di fronte all’esigenza di riscaldare velocemente un solo ambiente della casa nel giro di 15 – 20 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.