Esercizi in acqua per artrite e mal di schiena

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 20 Dic 2010 alle ore 12:02am

Per coloro che hanno problemi di artrite o mal di schiena, è bene combinare sedute di ginnastica in acqua con il nuoto, o alternarle un po’.

In acqua si sollecitano meno i muscoli, perché la spinta idrostatica dell’ acqua ammortizza i movimenti delle articolazioni e dei tessuti molli.

La resistenza dell’ acqua a movimenti fa impiegare una maggiore forza per contrastarla e questo rende l’ esercizio particolarmente efficace.

Ecco allora alcuni semplici esercizi per il mal di schiena da fare in acqua. Si inizia con lo stretching

1. Aggrapparsi al bordo della piscina con le mani e tirare su le gambe con le ginocchia piegate, in modo che i piedi siano appoggiati alla parte della piscina appena sotto la superficie dell’ acqua.
2. Piegare la testa indietro verso le spalle e lentamente distendere le gambe senza allargare le ginocchia e i gomiti. Rilassarsi e ripetere per 10 volte.

Poi si continua con la camminata sott’acqua.
Stando eretti nell’ acqua, sollevare il ginocchio sinistro verso l’ alto con le dita dei piedi rivolte verso il basso. Oscillare le braccia aiutandosi a mantenere l’ equilibrio e continuare con una marcia sul posto a passi alti. Raggiungere il massimo stiramento fino a sentire la resistenza dell’ acqua spingendosi verso il basso, come se ci si muovesse al rallentatore. Continuare fino a non avere più fiato.

Poi i piegamenti della schiena
1. Stando in piedi a circa 30 cm dal bordo della piscina, tenerlo con entrambe le mani. Tirare verso di noi in modo tale che l’ addome si sposti verso di esso e lasciare che la testa oscilli all’ indietro.
2. Portare la testa lentamente in avanti, fino a quando il mento si appoggia sul petto, contrarre bene lo stomaco e curvare la schiena. Mantenere questa la posizione per qualche secondo, poi ripetete l’ esercizio per 10 volte.

Infine le rotazioni delle braccia
1. Tenendo una palla gonfiabile, o un galleggiante, tra le mani davanti a noi.
2. Spingere la palla sotto l’ acqua ed eseguite movimenti circolari, prima da un lato e poi dall’ altro, in modo da disegnare una figura “a 8″. Ripetere fino a 10 volte.