Parigi città dell’amore meta per la festa degli innamorati

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 06 Feb 2011 alle ore 12:39am


Parigi è una delle città più belle del mondo. Non delude mai e tanto meno potrebbe farlo in occasione della festa degli innamorati.

Per questa ricorrenza è senz’altro una delle mete più indicate. E’ la città romantica per antonomasia.

In questa straodinaria capitale francese, potrete offrirvi un inimitabile soggiorno di charme, arte e divertimento.

Per iniziare questo viaggio dell’amore come prima cosa si può andare alla scoperta del centro storico della città francese: dal classico tour della cattedrale di Notre – Dame, alla visita della Tour Eiffel.

E che dire dello shopping degli Champs-Elyséè? O dei caratteristici vicoli del Quartiere Latino e del Marais, oppure, una bella passeggiata romantica lungo i “quais” della Senna.

Se cercate qualcosa di originale, potreste visitare il quartiere cinese di Place d’Italie, dove il 14 febbraio si festeggerà il Capodanno cinese 2011, quest’anno all’insegna del coniglio.

Non può mancare un tour nel limitrofo quartiere della Butte aux Cailles, piccola enclave fiorita situata sulla sommità di un colle, dove è possibile passeggiare a contatto con la natura, tra le piccole vie dal tracciato ancora medievale.

Si tratta di un luogo, poco conosciuto dai turisti, che rappresenta un’oasi di pace nell’opprimente contesto edilizio del 13° arrondissement.

Un’altra alternativa potrebbe essere una gita lungo il Canal de l’Ourcq, percorso meglio se fatto in bicicletta, che vi condurrà fino al bellissimo Parco de La Villette, dove ha sede uno dei più grandi poli culturali di Parigi.

All’interno del parco troverete il cinema emisferico (Géode), quello in 3d (Cinax), il Museo della musica (Cité de la Musique), sale concerti (Zenith, Trabendo), il Museo della scienza e dell’industria (Cité des Sciences et de l’ Industrie), il teatro (Tarmac) e per finire il maneggio (Centre Equestre).

Per S. Valentino sono tante le iniziative che trovate in città organizzate anche dai vari locali parigini.