febbraio 14th, 2011

S. Valentino: il menu dell’amore

Pubblicato il 14 Feb 2011 alle 1:10am

Per questo giorno, festa dell’amore e degli innamorati, la tavola si arricchisce di ricette dell’amore: ecco allora alcuni alimenti e ingredienti afrodisiaci già noti come ostriche, cioccolato e peperoncino, ma se ne aggiungono anche altri. (altro…)

Gf 11: Guendalina Tavassi rivela “Angelica è lesbica”

Pubblicato il 14 Feb 2011 alle 1:00am

Guendalina Tavassi sostiene di essere certa che Angelica sia lesbica. (altro…)

Libri consigliati: “Il profumo delle foglie di limone” di Clara Sánchez

Pubblicato il 14 Feb 2011 alle 1:00am

Il profumo delle foglie di limone di Clara Sánchez

Ed. Garzanti – Narratori Moderni Traduzione dallo spagnolo di Enrica Budetta 364 pagine € 18.60 ISBN 978881168662-0

Pubblicato in Italia da Garzanti lo scorso 13 gennaio, il romanzo di Clara Sánchez intitolato Il profumo delle foglie di limone è da tempo stabile in testa alle classifiche come libro più venduto.

In Spagna l’opera ha ottenuto un enorme successo. E’ diventato così un vero e proprio caso editoriale, in cui c’è stato spazio anche per numerose polemiche e non pochi problemi che ha dovuto affrontare l’autrice con i gruppi filonazisti, Il profumo delle foglie di limone si è aggiudicato nonostante tutto, anche il prestigioso Premio Nadal.

In Italia il volume è andato in ristampa nel giro di dieci giorni dalla data dell’uscita. Conosciamo più da vicino l’autrice. Clara Sanchez è nata a Guadalajara nel 1955, la sua infanzia è stata caratterizzata da frequenti spostamenti dovuti al lavoro del padre. Si è laureata in filologia spagnola a Madrid, dove abita e lavora ancora oggi. La Sanchez ha curato le prefazioni per le edizioni spagnole dei libri di importanti autori stranieri, come Yukio Mishima e Andrzej Szczypiorski, e ha anche collaborato con la televisione spagnola. Il suo romanzo d’esordio è Piedras Preciosas (1989), che ha raccolto subito il plauso della critica: non è ancora stato tradotto in italiano, ma non è escluso che vedremo presto un’edizione nella nostra lingua, così come per i successivi romanzi No es distinta la noche (1990), El palacio varado (1993), Desde el mirador (1996), El misterio de todos los días (1999), Últimas noticias del paraíso (2000), Un millón de luces (2003).

Trama: È settembre inoltrato in Spagna. E fa ancora caldo a Costa Blanca, le strade sono deserte e nell’aria si sente un intenso profumo di limoni che arriva fino al mare. In questo luogo da sogno arriva Sandra, una trentenne in crisi perché non ha lavoro, ha litigato con i genitori ed è incinta di un uomo che non è sicura di amare. Ha tutti i motivi, Sandra, per sentirsi confusa e molto sola, in un momento in cui avrebbe bisogno di essere confortata ed aiutata a dare una svolta alla sua vita. Poi un giorno incontra una coppia di simpatici vecchietti, Fredrik e Karin Christensen, e in loro vede i nonni che non ha mai avuto.

Si stabilisce fra Sandra e i ”nonni” una sincera amicizia, tanto che ospitano Sandra nella loro grande villa e le presentano un uomo affascinante, Alberto. Sandra crede di essere in paradiso, fino a quando scopre che in realtà Fredrik e Karin sono criminali nazisti che si sono distinti per la loro ferocia. E non solo, pare che abbiano tutta la voglia di ricominciare. Però c’è chi segue passo passo i loro movimenti: è Julian, scampato al campo di concentramento di Mathausen. Julian subito pensa di poterli smascherare con l’aiuto di Sandra, alla quale svela la verità. Qualche difficoltà per convincerla della verità, ma dopo un primo momento di incredulità Sandra capisce che lei e il suo piccolo rischiano la vita. Ma questo non la ferma: vuole che tutti sappiano, perché nessuno dimentichi quello che è accaduto.

Recensione di Giovanna Manna