All’ospedale Burlo Garofolo di Trieste, per la prima volta in Italia, è stata eseguita su una bambina di appena sei mesi, una terapia a base di cellule staminali intratecali.

La bimba è affetta da atrofia muscolare spinale, una malattia neuromuscolare ereditaria che colpisce le cellule nervose che a loro volta mandano i segnali ai muscoli.

Ciò si manifesta quando entrambi i genitori sono portatori del gene ‘difettoso’ responsabile di questa malattia.

Questo provoca la degenerazione dei motoneuroni, e l’atrofia muscolare spinale determina il progressivo indebolimento dell’apparato muscolare.

Secondo quanto riportato dal ‘Corriere della Sera’ online, l’aspettativa di vita della bimba era molto bassa.

Ma grazie alla terapia effettuata all’ospedale Burlo Garofolo di Trieste e ai medici che hanno eseguito l’intervento le condizioni della piccola ora sono migliorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.