Raoul Bova presenta il suo nuovo film tv dal titolo “Come un delfino”, in onda su Canale 5 il primo e il 2 marzo.

L’attore e regista spiega ciò che l’ha spinto a voler interpretare questo progetto nonchè la difficoltà nel raccontare una storia di nuoto.

Bova dichiara che l’idea per il film è arrivata dopo un incontro con un prete di “trincea” che gli ha raccontato come era accaduto che aveva invitato Massimiliano Rosolino a parlare con alcuni ragazzi che aveva sottratto alla mafia.

Che dire, non si tratta soltanto di una storia di un nuotatore, in “Come un delfino” Alessandro, è il protagonista interpretato da Raoul Bova, che vive la sua passione per il nuoto, con tante paure e difficoltà, per dimostrare che a se stesso e agli altri che non bisogna arrendersi.

Raoul Bova è stato anche lui un nuotatore quindi in questo film c’è anche l’esperienza personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.