Dal miele ricavato dal mirto australiano, un potente antibatterico

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 04 Mar 2011 alle ore 8:57am


Un recente studio, sostiene che il miele estratto dal mirto australiano della specie ‘Leptospermum polygalifolium’ sia cosi’ efficace, da bastarne una piccola quantita’ per scongiurare un’infezione.

Questo nettare con proprieta’ antibatteriche piu’ potenti al mondo, secondo i ricercatori del Queensland Alliance for Agriculture and Food Innovation (QAAFI) avrebbe dei composti che potrebbero quindi essere utilizzati per sconfiggere le infezioni antibiotico-resistenti in luoghi come ospedali e case di cura.

A contraddistinguerlo dagli altri, sarebbero le sue propretà, la presenza, apppunto, di livelli molto elevati del Methylglyoxal (MGO), superiori alle quantita’ contenute nei vari mieli di Manuka, anche loro di origini australiane e conosciuti per il loro potere antibatterico.

Questo particolare mirto cresce lungo la costa orientale australiana sino alla costa meridionale del New South Wales.