Tumore al collo dell’utero: scoperto un farmaco che riesce ad aggirare la chemioresistenza

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 04 Mar 2011 alle ore 9:22am


I ricercatori dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena, hanno scoperto come riuscire ad aggirare la resistenza ai farmaci in caso di tumore all’ovaio.

Ebbene, grazie a questo studio, finanziato dall’Airc, coordinato dalla dottoressa Anna Bagnato, gli scienziati hanno evinto i meccanismi responsabili della chemioresistenza nei tumori ovarici, una patologia molto aggressiva, che ogni anno fa registrare 165.000 nuovi casi nel mondo e 4.000 in Italia.

I risultati emersi sono stati pubblicati sulla rivista “Clinical Cancer Research” e hanno come obiettivo quello di attirare l’attenzione su un farmaco in grado di ristabilire la sensibilità ai chemioterapici nelle recidive di carcinoma ovarico.

Questo farmaco si chiama zibotentan, è di natura molecolare, agisce da inibitore del recettore dell’endotelina-1.

Ebbene, in caso di recidive di carcinoma ovarico chemioresistenti, riesce a ristabilire la sensibilità alla chemioterapia e a far morire, la cellula neoplastica. Una scoperta molto importante, dunque.a del tumore a causa della farmaco resistenza.

Questo medicinale, è già in corso di sperimentazione a livello internazionale e rappresenta senza ombra di dubbi, un nuovo traguardo per la prevenzione e la cura delle malattie.