Toscana: parte oggi il percorso unico senologico che va dalla diagnosi alla terapia

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 08 Mar 2011 alle ore 11:17am


Parte oggi 8 marzo, un nuovo progetto come percorso unico per il tumore al seno. Esso coinvolgerà le tre aziende dell’area fiorentina, e abbraccerà tutte le tappe: dagli interventi di screening alla terapia, fino alla riabilitazione e al follow up.

Si va da un call center mammografico, due nuovi mammografi digitali, all’unificazione dell’offerta di senologia clinica delle tre aziende Ispo, Careggi, Asl 10.

Ad esporlo, ci hanno pensato l’assessore al diritto alla salute Daniela Scaramuccia, con i tre direttori generali delle aziende: Ispo (Istituto per lo studio e la prevenzione oncologica), Gianni Amunni; Careggi, Edoardo Majno; Asl 10 di Firenze, Luigi Marroni.

Le tre aziende sono arrivate a siglare un protocollo d’intesa, con l’obiettivo di offrire alle donne che risiedono nell’area metropolitana un nuovo percorso assistenziale con diversi vantaggi: certezza della presa in carico, velocizzazione dei tempi, ricchezza delle prestazioni, uniformita’ dei trattamenti.

Dai dati emersi, si stima che sono circa 4mila all’anno i nuovi casi di tumore alla mammella in Toscana, di cui 900 nell’area fiorentina. Un terzo dei tumori sono diagnosticati nell’ambito dello screening mammografico organizzato per le donne tra i 50 e i 69 anni.

Gli studi epidemiologici rivelano infatti, che 8,4 donne toscane su 10 affette dal carcinoma alla mammella sopravvivono, ossia, il 4% in più rispetto alla media nazionale: la mortalità poi è calata del 20% in Toscana, rispetto a una riduzione nazionale del 13%.

Auguriamoci allora, che progetti innovativi nel campo sanitario come questo siano presto attuati anche in altre regioni italiane.