Lupus eritematoso: dopo 50 anni arriva un nuovo farmaco

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 11 Mar 2011 alle ore 11:43am


La Food and Drug Administration (Fda) ha approvato un nuovo medicinale contro il Lupus eritematoso, nota malattia autoimmune.

Secondo uno studio, l’agenzia governativa americana che autorizza i nuovi farmaci, avrebbe rilevato una diminuzione delle crisi in alcuni pazienti.

Ebbene, il medicinale si chiama Benlysta ed è stato ideato da due società: Human Genome Sciences, che ne ha studiato gli effetti per oltre vent’anni, e GlaxoSmithKline, che ha contribuito con un investimento nelle biotecnologie e nella ricerca sui geni.

Il lupus è una patologia che può attaccare differenti organi, ma a renderla difficile da combattere è una disfunzione nel sistema immunitario.

L’unico medicinale esistente è a base di steroidi, ma presenta effetti collaterali anche gravi. Con il Benlysta, invece, trattandosi di un anticorpo prodotto in laboratorio capace di bloccare una proteina ritenuta responsabile degli attacchi ai tessuti, questo non accade.

Tante le persone colpite da questa malattia in attesa di procurarsi il nuovo farmaco, che dovrebbe essere messo in commercio a breve, per poi arrivare anche in Italia nel giro di pochi mesi.