Psoriasi: non colpisce solo la pelle, ripercussioni anche sulla vita sociale

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 11 Mar 2011 alle ore 11:25am

Il ‘Progetto Daniele’ è il primo studio condotto, in circa 30 centri dermatologici, sui malati di psoriasi per valutare l’impatto della malattia sulla vita quotidiana di chi ne è affetto.

Ad esserne coinvolti in questo studio, 787 pazienti. Ebbene la psoriasi è una malattia infiammatoria della pelle, a carattere cronico e recidivante. In Italia sono circa 3 milioni le persone che ne soffrono.

Dai risultati di questa ricerca, promossa da Abbott, sono piuttosto scoraggianti, a sostenerlo è Fabio Ayala, Direttore Clinica Dermatologica dell’Università Federico II di Napoli che ha coordinato l’intera indagine.

Questa malattia, dimostra di condizionare molto la qualità della vita dei pazienti che dichiarano di sentirsi limitati nelle relazioni sociali, nel lavoro ed anche nelle relazioni intime, senza considerare il peso della malattia da un punto di vista economico.

Per il 40% dei pazienti, ne risente anche la carriera. Un malato su 4 si è sentito penalizzato dal punto di vista delle opportunità di avanzamento professionale ed il 22% nelle potenzialità di guadagno.

L’80% risulta rinunciare alla pratica sportiva, mentre circa il 70% è condizionato anche nella scelta degli abiti.

Questo disagio, è sentito soprattutto dalle donne anche se sono gli uomini ad avere una maggiore necessità a ricorre ad un supporto psicologico.