“Napoli: voltare pagina! Un nuovo progetto per il rilancio della città” promosso dall’Associazione Città Aperta”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 13 Mar 2011 alle ore 1:05am


Ieri, sabato 12 marzo 2011, alle ore 10,30 presso l’Hotel Jolly Ambassador in Via Medina – Napoli si è tenuto il CONVEGNO: “Napoli: voltare pagina! Un nuovo progetto per il rilancio della città” promosso dall’Associazione “CITTA’ APERTA”.

A coordinare l’incontro il Dott. Guido Boniello – Segretario “Città Aperta” sono intervenuti: l’avv. Maurizio Nunziante Presidente “Città Aperta”, l’on. Luigi Muro Deputato al Parlamento, l’on. Antonio Milo Deputato al Parlamento, l’on. Angelo Marino Consigliere regionale.
Il dott Guido Boniello ha introdotto gli interventi dei vari relatori. Tutti gli intervenuti hanno concordato nell’esigenza comune della Città di cambiare “ROTTA”.


L’Avv. Maurizio Nunziante ha voluto sottolineare le carenze e i disagi della città accumulati in tutti questi anni di malgoverno, sottolineando, pertanto, i grandi progetti e le grandi opere pubbliche che dovrebbero essere realizzate o completate; infatti, di quelle iniziate negli anni 80 come: la Metropolitana e la Tangenziale, ad oggi siamo ancora fermi. Ha poi a proseguito dicendo di guardare comunque al futuro, auspicando un rilancio della città attraverso i settori imprenditoriali che possono generare sviluppo ed economia.


L’On. Luigi Muro, condividendo il discorso di Nunziante, ha sottolineato che oggi chi ha la possibilità di andar via da Napoli lo fa, mentre restano soprattutto anziani, pensionati e cittadini meno abbienti… da cui ne deriva lo stato sociale di una città dove l’economia gira su bassi regimi. Ma non solo. L’onorevole Muro, ha poi spiegato che la vocazione della Città di Napoli sicuramente è quella del turismo, sia per la ricchezza culturale che per la posizione strategica come città di mare che si affaccia al centro del Mediterraneo, quindi l’obiettivo e l’auspicio sarebbe quello di valorizzazione Bagnoli come grande porto turistico.

L’On. Angelo Marino ha aperto il suo intervento stigmatizzando la figura del POLITICO del quale ha bisogno la città… un politico che sia, però, vicino al territorio ed ai cittadini.
Una NUOVA classe dirigente capace di tramutare i pensieri e le ideologie in azione concreta… vincendo le naturali difficoltà create dalla burocrazia e dalla POLITICA stessa, difficoltà che a Napoli e nella Regione hanno creato veri e propri blocchi anche nell’utiizzo dei fondi Europei, sottolineando che forse, questa è l’ultima opportunità per Napoli.

Infine l’On. Antonio Milo ha ripreso il discordo sulla mancanza di Progettualità, rafforzando il concetto che grandi opere pubbliche portano lavoro ed occupazione con veri benefici sull’economia. Ha poi ricordato l’azione del Cardinale Sepe che organizzando il Gubileo per Napoli ha inteso puntare i riflettori del mondo ecclesiastico sulle emergenze gravi che esistono nella città. Milo ha anche voluto soffermarsi sulle opportunità perse come ad esempio, i fondi Europei non spesi per mancanza di progetti e la mancata candidatura di Napoli al FORUM del Mediterraneo. Per questo, ha auspicato un risveglio affermando che Napoli ha delle grandi POTENZIALITA’ ed è attraverso queste che si può risanare il dissesto finanziario accumulato negli ultimi anni.

Il convegno si è concluso con un auspicio comune, da parte di tutte le organizzazioni della società civile ad aderire ad un vero progetto di rilancio della città di Napoli, voltando pagina per scrivere un nuovo CAPITOLO che vede al primo posto i progetti rivolti al rilancio turistico, culturale ed economico.