Un giovane su 4 ha problemi di fertilità ma sono pochi quelli che vanno dall’andrologo

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 16 Mar 2011 alle ore 9:14am


La Societa’ Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualita’ con la collaborazione della Regione Liguria e l’Universita’ degli Studi di Genova promuove la campagna Androlife con visite gratuite per gli uomini.

Nel corso di una conferenza stampa di presentazione del progetto, saranno illustrati i dati sperimentali ed epidemiologici italiani sul tasso di fertilita’ tra i giovani, l’analisi dei costi della fecondazione assistita Italia/Europa, la presentazione della Campagna Androlife e le dieci regole per preservare la fertilita’ maschile.

A questo evento parteciperanno l’assessore all’Universita’ della Liguria, Pippo Rossetti, Francesco Minuto, presidente regionale della Societa’ italiana di Andrologia e Medicina della Sessualita’, professore ordinario Endocrinologia, Dipartimento Scienze Endocrinologiche e Mediche, Universita’ degli Studi di Genova, Diego Ferone, segretario nazionale Siams, Dipartimento Scienze Endocrinologiche e Mediche, Universita’ degli Studi di Genova, Umberto Goglia, segretario Regionale Siams, Dipartimento Scienze Endocrinologiche e Mediche, Universita’ degli Studi di Genova.

Testimonial d’eccezione Francesco Totti.

Dai dati raccolti, è emerso che gli uomini oggi, sono poco fertili già a 20 anni, quasi alla pari dei quarantenni. Soprattutto se abitano in città, dove l’inquinamento mette a rischio le possibilità dei giovani di diventare padri. Ma non solo. I ragazzi italiani ignorano la prevenzione in fatto di salute sessuale.