E’ avvenuto presso il Tribunale di Rimini. Un avvocato di 45 anni è riuscito a posizionare una piccola telecamera all’interno del bagno delle signore.

A rivelarlo gli investigatori in seguito ad un’indagine. A lanciare l’allarme sarebbe stata un avvocato donna che avrebbe trovato nel cestino dei rifiuti una micro-camera. La donna ha chiamato il personale addetto alla sorveglianza del Tribunale. Il tutto è accaduto il 16 febbraio scorso.

I tecnini hanno disinstallato la micro-telecamera situata in una posizione strategica all’interno del bagno nel tribunale.

Al momento l’avvocato non è stato denunciato con l’accusa di interferenza illecita nella vita privata delle persone, ma è perseguibile solo su querela delle vittime, denuncia che fino ad ora non è ancora arrivata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.