Dipendenza da aggiornamento tecnologico, un problema psicologico

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 28 Mar 2011 alle ore 10:43am


Secondo le ultime ricerche in tema di psicologia è emerso che la dipendenza da aggiornamento tecnologico è in netto aumento.

Trattasi di un comportamento che caratterizza alcune persone, in prevalenza uomini, i quali non possono fare a meno di restare al passo con i tempi, acquistando gli ultimi ritrovati tecnologici. Questo atteggiamento riesce a raggiungere livelli anche eccessivi.

Ebbene i prodotti della tecnologia possono creare delle forme di dipendenza che vanno così a mettere a rischio il benessere psicologico.

E’ stato dimostrato, infatti, che la dipendenza dai videogiochi può causare ansia e depressione. Quella dell’aggiornamento tecnologico è invece, una forma di dipendenza molto più attuale, che interessa soprattutto gli uomini dai 35 ai 55 anni di età.

Non è una dipendenza che si instaura per motivi lavorativi. Essi concepiscono la tecnologia come un’estensione della loro mente e del loro sé.

Gli strumenti tecnologici diventano pertanto, fondamentale per la loro personalità, perché è come se riuscissero a configurare meglio un’identità non definita.

Il desiderio spasmodico di possedere i prodotti tecnologici non è legato neppure al bisogno di usarli. Problema che richiede un approccio terapeutico diverso da quello messo in atto per curare la dipendenza da Facebook, in quanto la dipendenza da aggiornamento tecnologico coinvolge spesso anche alcuni soggetti che non riescono a far a meno di internet.