Sabato 9 e domenica 10 aprile, continua nelle piazze italiane, la raccolta firme per la campagna LAV (Lega Anti Vivisezione) in difesa del bando totale dei test cosmetici su animali.

L’iniziativa vuole mettere fine alle sofferenze degli animali da laboratorio, su cui vengono testati i prodotti cosmetici.

La biologa Michela Kuan spiega “Il 2013 dovrebbe rappresentare l’anno decisivo per la fine di questi inutili e dannosi test e per la sorte delle migliaia di animali ancora uccisi in questo ambito sperimentale, ma il divieto europeo rischia di slittare di altri 10 anni: Parlamento e Commissione UE potrebbero seguire il discutibile parere di esperti che sembrano favorevoli a un ulteriore posticipo del divieto, andando anche contro l’opinione pubblica che rappresentano, dichiaratasi fortemente contraria alla vivisezione soprattutto in questo ambito, e contro la sempre più ampia parte del mondo scientifico contraria ai test su animali”.

Ricordiamo che in Europa è ancora possibile effettuare 5 test di tossicità invasivi sugli animali. Per questo la Lav vuole che questi esperimenti così crudeli e non indicativi dal punto di vista scientifico cessino.

E’ possibile sostenere la campagna con una donazione minima di 11 euro, un uovo di Pasqua Lav. Per informazioni sulle piazze che aderiscono all’iniziativa, consultare il sito lav.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.