Prato: nasce distretto tessile e calzaturiero che assicura qualità e sicurezza

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 07 Apr 2011 alle ore 10:39am


L’istituto ‘Buzzi’ di Prato, con la Regione Toscana ha organizzato un incontro su tessile e salute, all’interno del progetto integrato di sviluppo dell’area pratese.

L’obiettivo è quello di creare una rete di laboratori per certificare la qualita’ dei tessuti nonché la sicurezza dei processi industriali. In rappresentanza della giunta regionale c’era l’assessore alla sanita’ Daniela Scaramuccia.

Ebbene si parte da un corposo dossier, realizzato dall’agenzia regionale di sanita’, che, fornisce un’analisi su coloranti e metalli pesanti presenti nei tessuti, sui loro effetti e sulle malattie ‘professionali’ piu’ diffuse nella filiera, finendo col fare il punto della situazione relativamente allo stato di salute del tessile e del distretto.

Naturalmente i risvolti di questa rete di laboratori proposta dalla Regione come polo di eccellenza che potrebbe nascere a Prato vanno al di la’ dell’aspetto sanitario in quanto impattano soprattutto sull’economia.

Questo progetto interessera’ anche il distretto del cuoio per tutelare sia i consumatori che i lavoratori.