Mamme con testosterone alto mettono al mondo figli più intelligenti

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 17 Apr 2011 alle ore 10:51am


Dai dati raccolti da uno studio pubblicato sull’ultimo ‘Psychology & Sociology’ condotto da ricercatori dell’Università di Alberta, si scopre che i bambini nati da donne con un elevato tasso di testosterone sono dei veri geni, hanno infatti un QI di almeno 130.

Questo perchè, in alcune donne, i livelli di testosterone sono un po’ più elevati della media, cosa non necessariamente problematica, se non ci sono altri concomitanti scombussolamenti ormonali che possono provocare fastidiosi effetti collaterali come peluria eccessiva, perdita di capelli, acne, capelli grassi e – in caso di iperproduzione prolungata – anche problemi di fertilità e insulino-resistenza, ma tutto ciò avrebbe un effetto positivo sulla prole.

I figli cosiddetti del testosterone sarebbero più dotati in arte, matematica, scienze e musica.

La funzione di quest’ormone è molto complessa e molteplice, agisce sugli organi riproduttivi, ma anche sul sistema metabolico e sulle funzioni cerebrali.

Ecco perchè i fortunati “figli del testosterone”, sono particolarmente dotati. A breve, gli scienziati approfondiranno questa ricerca nello sviluppo del feto nell’utero materno attraverso la risonanza magnetica funzionale (che non ha effetti negativi sul bebè) per individuare come e quando avviene il miracoloso passaggio da intelligenza normale a “genio”.