Sclerosi multipla: identificato il microbatterio che potrebbe innescarla

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 17 Apr 2011 alle ore 9:30am


Una nuova ricerca è stata condotta sulla sclerosi multipla. Questa volta si tratta di un gruppo di ricercatori sardi delle Università di Sassari e Cagliari, coordinato a Sassari dal professor Leonardo Sechi e a Cagliari dalla professoressa Maria Giovanna Marrosu, è riuscito ad identificare il microbatterio che potrebbe essere il probabile fattore scatenate di questa malattia.

Ebbene il Mycobacterium avium subspecies paratuberculosis (Map), causa della paratubercolosi nei ruminanti, potrebbe essere una delle cause della sclerosi multipla.

I primi risultati dello studio, sono pubblicati sulla rivista scientifica internazionale “PloS One”.

Il gruppo di scienziati, durante questo studio, ha identificato una proteina del Map altamente omologa a una proteina umana che viene riconosciuta nei pazienti affetti da sclerosi multipla in Sardegna e potrebbe essere l’innesco della malattia.

La ricerca è al momento in un fase preliminare, ma se con studi più approfonditi i dati verranno confermati, allora si potrà ipotizzare anche lo sviluppo di un vaccino che possa bloccare la reazione autoimmune dell’organismo e di conseguenza la malattia.