Peperoncino piccante: mezzo cucchiaino riduce le calorie e contiene la fame

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 27 Apr 2011 alle ore 10:19am


Sono davvero tanti gli studi che hanno messo in risalto le proprietà del peperoncino piccante.

Si passa dal potere afrodisiaco ad una probabile capacità di riduzione della pressione alta. Una recente ricerca, pubblicata su ‘Physiology & Behaviour’ e condotta dai ricercatori della Purdue University, in Indiana, si apprende ora che il sapore piccante di questa spezia sia in grado di aiutare a controllare i morsi della fame ed a bruciare calorie.

Ebbene come sottolineano gli esperti, sembra che ne basti una spolverata per frenare l’appetito. Il merito sarebbe da attribuire proprio alla sostanza che conferisce al peperoncino il tipico sapore piccante, la capsaicina.

Uno degli autori dello studio, Richard Mattes, spiega che l’effetto è apprezzabile soprattutto in chi non consuma abitualmente la spezia. Lo studio ha pertanto, dimostrato che da questo punto di vista è meglio consumare peperoncino che assumere capsaicina in capsule.

I ricercatori hanno dunque coinvolto un gruppo di 25 persone per sei settimane arrivando alla conclusione che il consumo di peperoncino determina un aumento della temperatura interna del corpo e dunque contribuisce a far bruciare più calorie.

Inoltre è emerso che nelle persone non abituate a mangiare peperoncino piccante, la spezia comporta una diminuzione del senso di appetito.