Cupid Cabbie, ovvero come s’incontra l’anima gemella ‘in the city’

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 29 Apr 2011 alle ore 8:00am


Non poteva non accadere se non a New York. I single che affollano le strade della Grande Mela, troppo occupati dall’incessante ritmo lavorativo che li opprime quotidianamente, hanno deciso di affidarsi a lui: Ahmed Ibrahim, per trovare l’amore.

Il moderno cupido è un simpatico (e geniale) tassista, il cui servizio si può prenotare con una semplice mail a cui Ahmed risponderà chiedendo alcuni dati personali in base ai quali provvederà ad accoppiare i suoi clienti.

Sorpassata quindi l’era delle agenzie matrimoniali, delle chat, di Facebook o Messenger, oggi l’anima gemella si incontra, intenzionalmente e mai per caso, in Taxi.

L’idea originale è iniziata a circolare già da qualche anno ma è adesso che sta diventando un trend tra le strade della Grande Mela. Sono ormai centinaia, dice Ahmed, le persone che hanno deciso di affidare il proprio destino amoroso a lui, alla sua sensibilità e al suo taxi.

Il signor Ahmed racconta che nel 2004 salì sul suo taxi una giovane donna in lacrime che aveva appena rotto con il fidanzato e che gli chiese di trovarle una nuova fiamma.
Da quel giorno, il nostro eroe, si impegna per far sbocciare l’amore fra i single della città.

E in questi anni Ibrahim è stato contattato da oltre mille numeri di telefono di newyorchesi alla ricerca di una relazione, ha organizzato centinaia di appuntamenti sul suo taxi e si è innamorata circa una ventina di coppie.

Importante precisare che oltre ai dati personali richiesti dopo la mail inviata ad Ahmed è fondamentale dichiarare di avere un lavoro e di voler fare sul serio, perché mai e poi mai si potrebbe giocare con i sentimenti altrui sul Cupid Cabbie dell’amore.

E dire che io ho sempre preso l’autobus per risparmiare!!!

di Laura Rubegni