Barack Obama annuncia la morte di Osama Bin Laden ucciso in Pakistan

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 02 Mag 2011 alle ore 9:31am

Durante la notte Osama Bin Laden leader del terrorismo islamico è stato ucciso in uno scontro a fuoco, da forze speciali dell’intelligence americano in una villa ad Abbottabad, in Pakistan dove era già sotto sorveglianza da diversi mesi.

A dare l’annuncio, che avrà non poche ripercussioni positive sul piano politico ed economico mondiale, è stato il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama dalla East Room della Casa Bianca: “Questa notte posso dire al popolo americano e al mondo che gli Stati Uniti hanno condotto un’operazione che ha ucciso Osama Bin Laden, il leader di al Qaeda e un terrorista che ha ucciso migliaia di persone… oggi, sotto la mia direzione una piccola squadra di americani ha portato a termine l’operazione con straordinario coraggio ad abilità. Nessun americano è stato ferito. Si è fatto il possibile per proteggere i civili. Dopo uno scontro a fuoco, hanno ucciso Osama Bin Laden e hanno preso possesso del suo corpo”.

Il presidente ha anche ricordato che la sua Nazione, nella guerra con Bin Laden non ha mai combattuto contro l’Islam. Inoltre ha aggiunto che c’è stata una collaborazione del Pakistan, sviluppo molto importante anche per i rapporti tra Washington e Islamabad.

Continuando Obama ha detto: “Ricordiamoci che possiamo raggiungere questi successi non solo per la nostra ricchezza o per il nostro potere, ma per quello che siamo, una Nazione, con Dio, indivisibile, con libertà e giustizia per tutti…”.

Non appena la notizia della morte di Bin Laden si è diffusa, attorno alle 11 di sera, gli americani si sono riversati nelle strade, cantando l’inno nazionale, avvolgendosi nelle bandiere, prima su Pennsylvania Avenue, davanti ai cancelli della Casa Bianca, poi a New York a Ground Zero, a Times Square, poi pian piano in tutto il Paese.

Decine di migliaia di persone festeggiano la sconfitta di questo grande terrorista. Per loro è la vittoria attesa da dieci anni, da quel terribile 11 settembre del 2001. Obama nel ricordare quel momento ha detto: “abbiamo sofferto il più sanguinoso attacco contro il territorio continentale americano, oltre 3.000 vittime civili…”.

La borsa di Tokyo dopo questo importante avvenimento ha chiuso in deciso rialzo, superando per la prima volta dal terremoto dell’11 marzo quota 10.000 punti, sostenuta dall’ottimismo che la notizia dell’uccisione del leader di Al Qaeda Osama Bin Laden in Pakistan spingerà al rialzo Wall Street.