Liposuzione: dopo un anno il grasso aspirato torna in altre parti del corpo

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 03 Mag 2011 alle ore 9:58am


Da una ricerca condotta presso la University of Colorado e coordinata da Rudolph Leibel, dal 2008 è emerso che il grasso rimosso con la liposuzione, ritornerebbe, anche se non nelle parti del corpo trattate, ma nella “parte superiore”.

La scoperta è stata pubblicata su Obesity e da diversi quotidiani, tra cui The Indipendent e New York Times.

Lo studio in questione è stato effettuato da due medici, Teri L.Hernandez e Robert H. Eckel, su 32 donne non obese, trentenni, le quali sono state divise in due gruppi.

Il primo gruppo composto da 14 volontarie, si è sottoposto alla liposuzione, le altre si sono astenute dall’intervento in modo da poterne valutare i risultati finali.

La liposuzione che non è altro che un intervento chirurgico di aspirazione del grasso in eccesso. In questo caso che era stata eseguita ai fianchi e al basso addome, dopo un anno gli esperti, si sono accorti che le cellule di grasso rispuntavano in altre zone del corpo come le spalle, l’addome superiore o sulle braccia.

Rudolph Leibel ha chiarito che per “ogni cellula di grasso che muore, ce n’è un’altra che si forma e che va a rimpiazzarla”.

Eppure la liposuzione, è molto praticata e figura al quarto posto tra gli interventi di chirurgia estetica negli Usa con oltre 200mila operazioni all’anno, nonostante i costi non siano affatto modici. Infatti, sono davvero tante le donne che ricorrono a questa tecnica pensando di risolvere permanentemente il problema cellulite.

Il sospetto che il grasso asportato con la liposuzione sia destinato a riformarsi, anche se in un’altra parte del corpo c’era gia’, ma ora questa ricerca toglie ogni dubbio.