Olandese di 23 anni raggiunge il marito immigrato a Lampedusa

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 13 Mag 2011 alle ore 12:50pm


Winny, olandese di 23 enne al sesto mese di gravidanza, ha affrontato un lungo viaggio dal suo Paese per arrivare a riabbracciare il marito tunisino, Nizar, 28 anni, bloccato per la seconda volta in due settimane al centro di accoglienza per immigrati di Lampedusa.

Una storia che è stata riportata dal Corriere.it. La ragazza ha portato con se un album fotografico per mostrare le loro foto del giorno delle nozze.

“Voglio assolutamente vedere mio marito” ha detto la ragazza ai militari di guardia del centro di accoglienza, mercoledì mattina.

Winny e Nizar si sono conosciuti in Grecia più di un anno fa ed è nato subito l’amore. Si sono sposati e presto diventeranno genitori. A testimonianza del loro amore, un lungo abbraccio che è durato più di tre ore.

L’olandese ha poi spiegato: “Io e mio marito abbiamo un solo grande desiderio, essere di nuovo insieme prima che nasca il nostro bambino”.

Aggiungendo poi: “Non capisco perché continuino a negarmi questa opportunità, noi siamo una famiglia perché non possiamo stare assieme in qualunque parte del mondo?”.

Nizar purtroppo, non è in grado di offrire garanzie di reddito e occupazione necessari per ottenere un visto olandese. E il ragazzo urla ai funzionari: “Potete rimandarmi indietro cento volte, io continuerò a tentare. Voglio raggiungere mia moglie e nessuno riuscirà a impedirmelo”.