Ebbene sì, sembrerebbe che quasi la meta’ dei tumori dell’intestino possa essere evitato riducendo il consumo di carne rossa.

Ad affermarlo uno studio condotto dal World Cancer Research Fund, una ong britannica secondo cui il limite dovrebbe essere di 500 grammi alla settimana.

L’allarme viene lanciato, sulla base di un’analisi di 24 studi sul tema, da cui emerge che il 43 per cento di questo tipo di tumori e’ attribuibile proprio ad un’alimentazione sbagliata.

Secondo i ricercatori, oltre a diminuire la carne rossa, si dovrebbero mangiare piu’ cibi ricchi di fibre e fare regolare attività fisica.

Alla luce delle ultime ricerche che hanno stabilito un legame ‘definitivo’ tra carne rossa e tumore all’intestino hanno spiegato gli autori dello studio al ‘Daily Telegraph’, è bene stare attenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.