Non è mai facile affrontare la malattia di un parente soprattutto se gli eventi precipitano in poche ore e la situazione non è delle migliori. Bisogna essere forti e trasmettere ottimismo alla persona malata.

Per fare questo, come prima cosa occorre che troviate il coraggio di sorridergli anche se il suo quadro clinico è disperato.

Questo vale soprattutto in caso di patologie cardiache. E’ bene dirgli sempre che la situazione è sotto controllo e che non c’è assolutamente preoccupante, anzi che fa progressi.

E’ importante, essere convincenti, rassicuranti, freddi e determinati senza però far trapelare l’emozione e la preoccupazione.

Se si riesce in questo, si può fare qualche battuta per tirarlo su di morale, o parlargli animatamente del più e del meno come nulla fosse accaduto.

Con questo atteggiamento il malato si convincerà che non è grave. Evitate anche di parlare troppo sottovoce con qualcuno, fare segni. Sforzatevi a non crollare.

Se è necessario l’intervento chirurgico, e se questo è difficile e pericoloso, al paziente è meglio non dire tutta la verità. Meglio dirgli che si tratta di un intervento di routine che non corre rischi.

Una bugia in questi casi può risultare salutare. Se vengono a trovarlo altri parenti è importante che si comportino allo stesso modo, evitate di far arrivare tutti, perchè potrebbe capire che la situazione è grave.

Se dovete assistere il malato di notte occorre che troviate il tempo di fare qualche ora di sonno durante il giorno altrimenti non sarete efficienti. Portate con voi un buon libro o qualcosa per ascoltare un po di musica per tenervi svegli.

Se nella stanza, ci sono flebo e macchinari per controllare la pressione o altro, state attenti e se qualcosa non va bene non agite da soli, chiamate subito il medico di turno.

Inoltre, non chiedete con insistenza notizie del paziente perchè questo innervosisce i medici. Non somministrate al malato acqua o cibo se non siete autorizzati dai medici.

Per raccontare gli eventi aspettate che il malato sia completamente ristabilito e possibilmente quando sarà fuori dall’ospedale.

L’augurio è quello che entrambi possiate superare questo brutto momento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.