Sempre più in aumento i bambini con difetti alla vista

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 20 Giu 2011 alle ore 7:30am


Sono sempre più in aumento i bambini in età prescolare che hanno difetti alla vista. Un bambino su 20 solo in Italia, presenta in forma lieve problemi o patologie congenite.

Proprio in questi giorni si sta svolgendo il 28esimo Congresso della Società italiana di oftalmologia pediatrica (Siop) a Roma.

I numeri italiani sono veramente allarmanti specialmente per i bambini sopra i 6 anni di età: circa uno su 4 ha difetti alla vista, il 3-5% è invece colpito da strabismo.

Il consiglio dell’esperto è sempre lo stesso, ossai quello di prevenire il problema con una diagnosi precoce, in modo da contrastare subito patologie che con gli anni potrebbero diventare ancora più invalidanti.

Ma allora ci chiediamo a che età occorre portare il bambino dall’oculista per la prima volta?

Paolo Capozzi, responsabile di chirurgia e attività ambulatoriale all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, promotore del congresso sostiene che “Bisogna fare una visita entro il primo anno d’età ma l’ideale sarebbe farla alla nascita. In questo modo si potrebbe evitare anche un altro problema frequente quello della differenza tra un occhio e l’altro, definito comunemente ‘occhio pigro’”.