L’inquinamento atmosferico danneggia mente, umore e memoria

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 08 Lug 2011 alle ore 8:00am


Lo smog può inquinare la mente danneggiando anche umore e memoria. L’inquinamento ambientale delle città può contaminare anche la nostra mente causando così seri problemi di apprendimento e memoria e addirittura disturbi dell’umore come la depressione.

A sostenerlo una ricerca condotta da Laura Fonken della Ohio State University presso Columbus.

Tale studio è stato condotto sui topi, e pubblicata sulla rivista Molecular Psychiatry. Già studi precedenti avevano documentato un legame tra rischio cardiovascolare e inquinamento urbano.

I ricercatori questa volta, hanno però scoperto danni dell’inquinamento sul cervello. Hanno posizionato i topolini in un ambiente inquinato con livelli di particolato fine simili a quelli di un centro urbano; e un gruppo di topi di controllo invece viveva lo stesso periodo in un ambiente con aria pura (filtrata).

In entrambi i casi sono stati sottoposti all’esperimento per dieci mesi (metà della vita media di un topo).

Alla fine del periodo le cavie, sono state sottoposte a test di apprendimento e memoria. Quelli che hanno respirato aria inquinata hanno mostrato evidenti difficoltà mnemoniche e di apprendimento e anche disturbi dell’umore con comportamenti depressivi.

Esaminando poi il loro cervello sono venute fuori differenze strutturali a livello del centro di ricordi e informazioni, e dell’ippocampo, tipiche dei deficit di apprendimento che potrebbero essere causate, dai processi infiammatori indotti dall’aria inquinata anche nel cervello.