Lombardia: parte il progetto “Città della salute e della ricerca”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 18 Lug 2011 alle ore 7:10am


E’ stato definitivamente approvato il progetto della Città della Salute e della Ricerca, si tratta del nuovo polo sanitario pubblico dedicato alla ricerca e alla cura per malattie infettive, neurologiche e oncologiche, con lo scopo di riunire gli ospedali Sacco, Besta e Istituto dei Tumori, nell’area occupata ora dal Sacco (Città della Salute) che potrà contare anche su un grande polo dedicato alla ricerca grazie alla sinergia con il Centro di Nerviano (Mi), che dista appena 10 km dalla Città della Ricerca.

Il progetto prevede investimenti per 521 milioni, tra cui 450 che verranno destinati alle nuove strutture sanitarie: 330 milioni stanziati da Regione Lombardia (100 in più rispetto alla cifra previsionale), 40 a carico dello Stato e 80 attraverso risorse finanziarie esterne.

Il presidente della Lombardia Formigoni, ha spiegato ”La CdSR è il più grande progetto sanitario attualmente in corso in Italia, e sarà in grado di unire, secondo le visioni più avanzate, le funzioni di salute, ricerca, didattica, assistenza e cura. Tre eccellenze si mettono insieme, esaltando i valori di sinergia e collaborazione, pur mantenendo ciascuna le proprie peculiarita”.

Oltre alla realizzazione della collaborazione fra i tre istituti (con la partecipazione anche del Centro di Nerviano), la Città della Salute e della Ricerca vedrà anche la presenza, al Sacco, del terzo polo universitario della Facoltà di Medicina di Milano.

Il governatore della Lombardia ha anche aggiunto che ”L’integrazione tra la Città della Salute e la Città della Ricerca dimostrerà una volta di più che la sanità in Lombardia è tra le migliori al mondo ed è in grado di fare investimenti per incrementare i livelli di assistenza e per creare lavoro”.