Se si vuole sapere in anticipo se il bambino che si attende sarà maschio o femmina, c’è un nuovo test del sangue, che la mamma può fare già dalla settima settimana di gravidanza.

A rivelarlo, uno studio condotto da Stephanie Devaney dei National Institutes of Health di Bethesda che ha scoperto che dal sangue della gestante sono reperibili tracce del Dna del feto e di conseguenza scoprirne il genere.

Si tratta di un esame molto affidabile, a differenza di quello delle urine che ha una percentuale di errore superiore.

Prima di sponsorizzarne l’attendibilità c’è stata anche una ricerca, che ha rielaborato quasi 50 studi, alla quale hanno aderito come volontarie 7 mila donne.

Da qui è emerso attraverso il test del sangue, che si tratta di un sistema molto accurato, soprattutto se l’esame delle tracce di Dna viene eseguito con tecniche e se la futura mamma è almeno alla settima settimana di gestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.