Furto in casa della defunta Amy Winehouse: rubati libri, poesie e canzoni inedite

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 12 Ago 2011 alle ore 6:58am


Effetti personali della cantante rock, Amy Winehouse sono stati portati via dalla sua casa nei giorni successivi alla sua morte, avvenuta il 23 luglio scorso, ma non si sa chi è stato.

Il padre Mitch ha così denunciato il furto di copie di canzoni inedite, lettere e libri di poesie, e si è detto pronto a fare l’impossibile per individuare il responsabile una volta rientrato a Londra.

Si parla di circa 20 persone che hanno avuto accesso alla casa di Camden, a nord di Londra, dopo la morte di Amy.

Inoltre, in Brasile la foto di Amy Winehouse è stata esposta su bustine di coca, per aumentare le vendite, da parte di una banda di trafficanti di droga che ha utilizzato l’immagine dell’artista. A rivelarlo la polizia brasiliana dopo aver eseguito un’operazione in una bidonville di Rio de Janeiro.

Le singole dosi con la foto della Winehouse erano vendute attorno ai 10 euro. Ma non è stata l’unica ad essere usata, per incrementare i profitti di coca. La polizia, avrebbe trovato bustine con marijuana e crack anche con la foto del leader di Al Qaida, Osama bin Laden.