Nel dna del merluzzo sono racchiusi i segreti del sistema immunitario

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 15 Ago 2011 alle ore 7:11am


Dal Dna del merluzzo, diversi immunologi e studiosi dell’evoluzione, hanno evinto che questi pesci hanno un sistema immunitario unico al mondo, privo di un’arma decisiva per respingere gli attacchi di virus e batteri, ma comunque efficace.

Sulla base di uno studio, pubblicato su Nature e condotto dall’Università Norvegese di Oslo, si può comprendere, l’evoluzione dei vertebrati, che può essere importante per capire le problematiche connesse all’allevamento di questa importante riserva ittica.

Gli scienziati, hanno scoperto che nel Dna del merluzzo risulta essere assente il cosiddetto Maggiore complesso di istocompatibilità II (Mhc II), vero e proprio kit per la la difesa immunitaria presente in molti vertebrati.

Kjetill Jakobsen, e il suo gruppo di ricerca, hanno osservato che nonostante nel merluzzo ci sia questa carenza, esso è comunque in grado di proteggersi dagli agenti patogeni esprimendo un maggior numero di geni del gruppo Mhc I.

Ciò spiega, come il sistema immunitario del merluzzo dell’Atlantico abbia evoluto meccanismi compensatori; scoperta che rimette in discussione i principi fondamentali inerenti l’evoluzione dei meccanismi di difesa dei vertebrati.

Sappiamo tutti, che il merluzzo è uno dei pesci più pescati nel mondo, e che putroppo, tende sempre più a scomparire dai nostri mari, come dalle coste del Canada, dal mare del Nord e dal Baltico e dalle nostre tavole.