Morte Amy Winehouse: autopsia, non rilevata alcuna traccia di droghe

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 24 Ago 2011 alle ore 7:00am


Amy Winehouse, non è morta per overdose.

A dichiararlo in una nota, proprio la famiglia della cantante deceduta un mese fa. La quale, ha illustrato il risultato degli esami tossicologici effettuati sul corpo della giovane cantautrice inglese.

La famiglia ha dunque sottolineato che come sostenevano, sono state trovate solo tracce di alcool ma in ridotte quantità anche se non si sa se abbiano potuto influire sull’improvviso decesso della congiunta.

I familiari hanno subito ringraziato la polizia e il medico legale per le indagini molto approfondite che hanno svolto, e rimarranno in attesa di ricevere ulteriori risultati sull’inchiesta che dovrebbero giungere ad ottobre.