Secondo uno studio canadese, le prestazioni fisiche possono essere condizionate dall’attività di due geni che, se disattivati, provocano una drastica riduzione delle centrali energetiche (i mitocondri) che nelle cellule dei muscoli bruciano gli zuccheri per generare energia e movimento.

La scoperta, è stata pubblicata sulla rivista dell’Accademia americana delle scienze Pnas, e arriva dai laboratori della McMaster University di Hamilton (Ontario).

Questi ricercatori, guidati da Gregory Steinberg, sono riusciti ad individuare nei muscoli di topo due geni essenziali per il movimento, che servono a produrre un enzima sempre attivo durante l’esercizio fisico chiamato Amp-chinasi (AmpK).

Per comprendere meglio la loro funzione, i ricercatori hanno creato dei topi privi di entrambi i geni e li hanno messi a confronto con topi normali.

Hanno, pertanto, scoperto che i roditori senza i geni AmpK hanno un numero inferiore di mitocondri nelle cellule dei muscoli e per questo essi fanno molta fatica ad utilizzare il glucosio per produrre l’energia necessaria al movimento.

Da questa scoperta, i ricercatori, hanno evinto che potrà avere importanti implicazioni per tutte quelle persone che fanno fatica a praticare sport, come obesi e malati di asma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.