Mobili: come eliminare macchie e segni d’acqua

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 15 Set 2011 alle ore 8:03am


Se notate che su un vostro mobile, c’è una brutta macchia o un segno lasciato dall’acqua, ecco allora, alcuni consigli su come rimediare.

Capita spesso, che queste macchie possano essere di colore bianco o di colore tenue, questo vuol dire, che sono penetrate solo fino alla parte lucida o fino alla superficie cerata.

Ma se la macchia è più scura significa pertanto, che il liquido è penetrato più in profondità. Vediamo allora cosa ci occorre per risolvere il problema.

Occorrente:

– lucido per i mobili oleoso o paraffina
– dentifricio
– bicarbonato di sodio

Come prima cosa, è bene che stabiliate l’entità della macchia. Se questa è leggera, potete iniziare subito adoperando un lucido per i mobili oleoso o procedere con della paraffina stesa su un panno, e passarlo così sulla macchia.

Qualora questo tentativo non dovesse funzionare, passate allora un po’ di dentifricio. Quest’ultimo essendo composto anche da granuli, funziona come un leggero abrasivo ma non graffia.

Se, invece, neppure il dentifricio dovesse smacchiare il legno, mescolate dunque, del bicarbonato di sodio a del dentifricio in parti uguali (va bene anche un mezzo cucchiaio), creando così un abrasivo un po’ più forte ma comunque delicato.

Strofinatelo sulla macchia e successivamente, pulite tutta la zona e passate, infine, sulla macchia un solvente molto leggero come se si trattasse dell’acquaragia minerale, con un panno.

Se volete essere certe di non rovinare il mobile, fate allora una prova, così non rischiate. Mettete il solvente su una parte nascosta del mobile ed eliminata la macchia di acqua passate dopo, un po’ di cera con un panno e quando si sarà seccata lucidate con uno straccio di lana.